Il cancro alla prostata MTS nei linfonodi

Cancro alla Prostata: Sintomi, Cause e Trattamenti

Farmaci efficaci BPH

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile. Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico.

Nota che i numeri tra parentesi [1], [2], ecc. Sono link cliccabili per questi studi. La definizione di "metastasi" ha radici greche - meta stateo, che significa "Io sono diverso". Le metastasi nei reni sono meno comuni, principalmente con tali processi oncologici che sono in grado di fornire focolai secondari diffusi. Tali tumori comprendono melanoma, linfoma e carcinoma broncogeno carcinoma broncogeno.

Le metastasi nel rene si verificano anche nel cancro della faringe, il cancro alla prostata MTS nei linfonodi laringe, dei tumori surrenali, del fegato, dello stomaco e del cancro al seno. Onkoprotsessa colpisce parenchima e della pelvi renale vari modi - direttamente dalla introduzione di cellule atipiche dal corpo vicina vicina, ma il più delle volte ematogena, lymphogenous, venosa o modi aortica.

Cellule renali, cancro uterino, nefroblastoma tumore di Wilms come processi indipendenti sono anche in grado di metastatizzare nei polmoni, colonna vertebrale, ossa, cervello e fegato. Polmoni "lead" in frequenza in qualsiasi metastasi di patologia cancro, è collegato al sistema di alimentazione del sangue, il corpo della rete capillare, e dal fatto che la luce viene prima passato attraverso un sangue venoso sostanzialmente tutta riempie i principali vasi linfatici situati in il cancro alla prostata MTS nei linfonodi zone del corpo.

Nel cancro del rene, le metastasi si sviluppano secondo il principio della cascata. In questo processo i polmoni svolgono la funzione della barriera primaria, che si verifica nel percorso delle cellule maligne atipiche. Tale pericolo di "preferenza" per il fatto che i polmoni sono una sorta di filtro per i reni, il sangue venoso che entra nel flusso sanguigno vena cava superiore e inferiore, in contrasto con il tratto gastrointestinale, che sono protetti dal fegato.

Le metastasi nei polmoni sono considerate focolai secondari distanti, i pazienti con manifestazioni simili sono divisi in 2 categorie:. I metodi più efficaci di trattamento delle singole metastasi nei polmoni sono i trattamenti chirurgici e la terapia combinata a lungo termine. Attualmente, l'attenzione secondaria su questo organo viene eseguita con successo usando la terapia mirata al TT obiettivo-obiettivo.

Questa è una tecnologia moderna per il trattamento delle metastasi, in cui vengono utilizzati farmaci antitumorali anticorpi monoclonali per raggiungere l'obiettivo. A differenza della terapia citostatica, TT neutralizza con precisione moltiplicando in modo aggressivo le il cancro alla prostata MTS nei linfonodi tumorali nei il cancro alla prostata MTS nei linfonodi. Pertanto, i pazienti con carcinoma metastatico polmonare non ricevono solo una speranza per l'estensione della vita, ma anche una reale possibilità di recupero graduale.

Considerando che i singoli focolai secondari nei polmoni hanno la proprietà di regredire, queste possibilità stanno aumentando. Le metastasi nel tessuto osseo nel cancro del rene occupano il secondo posto il cancro alla prostata MTS nei linfonodi lista dello sviluppo dei fuochi secondari. Sfortunatamente, le metastasi ossee nel cancro del rene sono rilevate nelle ultime fasi del processo, lo sviluppo primario è spesso asintomatico.

I principali metodi diagnostici che confermano le metastasi nel tessuto osseo sono la radiografia del sondaggio e la scintigrafia.

Le metastasi osteolitiche sono meglio osservate ai raggi X, in quanto sono accompagnate da grave ipercalcemia. I foci osteoplastici sono determinati con maggiore precisione con la scintigrafia e i raggi X possono essere un supplemento che rivela le foche ossee e le zone osteosclerotiche. Molto spesso le metastasi nell'osso provocano tumori disseminati, in cui i fuochi secondari si diffondono molto rapidamente.

Il trattamento di tale processo è estremamente difficile, a differenza delle metastasi solitarie, che sono soggette a rimozione radicale e radioterapia. La metastasi nella parte vertebrale si sviluppa a causa della penetrazione nella colonna vertebrale delle cellule atipiche per via ematogena. Le lesioni ossee iniziano nell'area del plesso venoso epidurale, quindi nella zona attraverso la quale si inseriscono le cellule maligne.

Il cancro del rene e le metastasi nella colonna vertebrale sono la prova di una malattia in stadio III o IV, la cui sintomatologia è già evidente in tutta la sua forza e fornisce informazioni dettagliate per una diagnosi più accurata. Le sensazioni di dolore intensivo sono localizzate nell'area interessata, spesso sono simili ai tipici dolori radicolari, ma le superano in forza e frequenza. Tetraparez è accompagnato da una sistematica spastica muscolare, principalmente negli arti inferiori gambequindi i muscoli del braccio possono unirsi al processo.

La paraplegia si manifesta con gli stessi sintomi, ma si sviluppa più rapidamente, il più delle volte con una frattura vertebrale patologica, caratteristica delle metastasi generalizzate. La localizzazione più tipica delle metastasi nella colonna vertebrale nel cancro del rene è la regione sacro-lombare quando c'è una lesione osteoplastica delle zone L2, L3, L4, L5, S1.

La frequenza zonale delle metastasi nella colonna vertebrale è distribuita in questo modo:. Le metastasi nella regione cervicale, la volta cranica nel cancro del rene sono estremamente rare, questi singoli casi non possono servire come base per l'elaborazione statistica, piuttosto è la prova di un oncoprocesso generalizzato estremamente trascurato. Proprio come con le metastasi nel tessuto osseo, i fuochi secondari nella colonna vertebrale sono suddivisi in osteolitico e osteoblastico.

La clinica metastatica nella colonna vertebrale è caratterizzata da profondi disturbi neurologici. Perdita della sensibilità degli arti, il controllo del movimento si forma pochi mesi dopo la comparsa della prima messa a fuoco, quando il midollo spinale viene sottoposto a pressione e compressione, e quindi a frattura vertebrale.

Tale sintomatologia di compressione il cancro alla prostata MTS nei linfonodi è causata dalla localizzazione di tumori secondari che si formano nella sostanza ossea e non nel canale. I fuochi si stanno diffondendo all'interno del tessuto osseo, via endofitica, dopo di che si sviluppano crepe, fratture e compressione delle radici.

Il cancro del rene e le metastasi nella colonna vertebrale sono determinati da tali metodi:. Molto spesso, le metastasi nella colonna vertebrale sono trattate con metodi palliativi, molti oncologi considerano l'intervento chirurgico poco promettente in termini di efficacia.

L'unica alternativa potrebbe il cancro alla prostata MTS nei linfonodi la radiochirurgia e con l'aiuto del Cyberknife, ma non tutti i dispensatori oncologici hanno tali il cancro alla prostata MTS nei linfonodi. Pertanto, di regola, la metastasi nella colonna vertebrale è soggetta a metodi tradizionali di trattamento - radioterapia, nomina di corticosteroidi, bifosfonati, immunoterapia, chemioembolizzazione.

Sintomi di dolore nella il cancro alla prostata MTS nei linfonodi vertebrale sono spesso anestetizzati con stimolazione del midollo spinale - SCS o stimolazione epidurale con elettrodi. Questo metodo consente di supervisionare la sindrome del dolore nella zona pelvica della colonna vertebrale e controllare il grado di rigidità del sistema muscolare, la spasticità. Le metastasi nella colonna vertebrale sono considerate un criterio prognostico sfavorevole.

Le metastasi nel cervello sono diagnosticate 1,5 volte più spesso rispetto all'oncopatologia primaria del cervello. Foci secondarie nel cervello possono dare quasi tutte il cancro alla prostata MTS nei linfonodi formazioni maligne, ma il cancro alla prostata MTS nei linfonodi più delle volte è noto per il cancro al polmone e al seno.

Il quadro clinico di metastasi cerebrali bruciare variano da lesioni del sistema nervoso centrale sistema secondario focolai prima cattura broncopolmonare, linfonodi regionali, fegato, ghiandole surrenali, le ossa e ai reni controlaterale. Il processo di diffusione delle metastasi è inevitabilmente accompagnato da una sintomatologia specifica, contro il cancro alla prostata MTS nei linfonodi quale inizialmente si perdono i segni di Mts metastasi del cervello.

È praticamente impossibile distinguere le metastasi dal tumore cerebrale primario da segni clinici, poiché tutte sono caratteristiche sia per l'oncopatologia indipendente sia per il danno cerebrale secondario. Il trattamento dei fuochi secondari nel cervello viene effettuato principalmente con metodi palliativi, poiché tali tumori complicati hanno una prognosi sfavorevole. Anche con una terapia intensiva complessa, la durata della vita dei pazienti con diagnosi di metastasi al cervello non supera i mesi.

Algoritmo generalizzato di terapia, quando il cancro del rene e le metastasi al cervello sono confermati dai metodi di neuroimaging:. Metastasi cerebrali disseminate, la scala di Karnovsky Radioterapia di tutte le cellule cerebrali, OBM - irradiazione del cervello intero Rifiuto di qualsiasi metodo di trattamento a causa della sua non-targeting. Va notato che le metastasi nel cervello per qualsiasi sviluppo e grado di prevalenza sono trattate con radioterapia.

In singoli focolai solitari, LT aiuta ad arrestare il processo, le inestetabili metastasi multiple sono soggette ad il cancro alla prostata MTS nei linfonodi per ridurre i sintomi del dolore.

La terapia di obiettivo con fuochi secondari di una tale localizzazione non è applicata a causa di inefficienza completa. I tumori maligni possono diffondere le loro cellule atipiche in zone regionali e in organi lontani. Molto spesso questo si verifica in modo più accessibile - ematogena, possibilmente metastatizzante attraverso i vasi linfatici, meno comune è la germinazione delle cellule maligne direttamente dall'organo interessato al vicino.

Il fegato è influenzato dalle caratteristiche del suo sistema circolatorio. È noto che il ruolo principale del fegato nel corpo è la disintossicazione, per la quale è richiesta una maggiore attività del flusso sanguigno. Il sangue penetra nell'organo lungo l'arteria principale, utilizzando il sistema portale vena porta. Per 1 minuto, il fegato è in grado di processare fino a 1,5 litri di sangue in entrata, circa i due terzi del flusso sanguigno entrano nel fegato dall'intestino.

Questo lavoro attivo con il sangue crea uno sfondo favorevole per la penetrazione delle strutture maligne nel fegato. Va notato la caratteristica dei foci ematogeni nel fegato, che si formano indipendentemente dalla relazione del tumore primario con il sistema portale. La clinica delle metastasi nel fegato è caratterizzata da un decorso asintomatico del processo nelle fasi iniziali.

Le cellule atipiche lentamente, ma sostituiscono sistematicamente il tessuto epatico, provocando la sua disfunzione. Le manifestazioni cliniche delle metastasi sviluppate sono le seguenti:. Nella diagnosi delle lesioni focali secondarie del fegato, la posizione dominante è ancora occupata da metodi di neuroimaging - TC, RM.

La scansione a ultrasuoni in questo caso non è informativa e la tomografia computerizzata è in grado di mostrare lo stato del tessuto epatico, i parametri multidimensionali del tumore e le sue metastasi. Il cancro del rene e le metastasi nel fegato il cancro alla prostata MTS nei linfonodi considerati una grave il cancro alla prostata MTS nei linfonodi oncologica con una prognosi sfavorevole.

Le misure terapeutiche sistemiche possono dare risultati solo nelle prime due fasi del processo, una combinazione di chemioterapia e terapia ormonale rallenta in qualche modo lo sviluppo dei fuochi secondari. Il trattamento chirurgico è mostrato solo con metastasi singole, questo rende possibile migliorare la qualità della vita del paziente e prolungare la sua vita.

L'opportunità dell'operazione è determinata dall'oncologo in base alla dimensione, alla localizzazione del tumore primario e alle sue formazioni secondarie.

Spesso i metodi chirurgici sono controindicati perché comportano rischi di anestesia, specialmente negli stadi III e IV del cancro del rene. L'uso della citostatica è efficace solo nella fase iniziale della formazione e della metastasi del tumore, la chemioterapia intensiva in il cancro alla prostata MTS nei linfonodi con la radioterapia mira a ridurre la dimensione dei fuochi e prevenirne la comparsa in aree vicine.

Un buon effetto è fornito dalla terapia sistemica, che include farmaci citotossici, il cancro alla prostata MTS nei linfonodi mirata ed embolizzazione dei vasi che nutrono le metastasi diagnosticate. La chemioterapia nel trattamento di metastasi epatiche multiple non viene utilizzata e la successiva terapia con interferone o una combinazione di interferoni e interleuchine aiuta a ridurre i sintomi del dolore e ad aumentare l'aspettativa di vita del paziente.

Lo sviluppo iniziale di focolai secondari, ovunque essi siano il cancro alla prostata MTS nei linfonodi, è caratterizzato da un comportamento asintomatico, che complica notevolmente il trattamento e grava sulla prognosi della malattia. Più di un quarto dei pazienti a cui è stato diagnosticato un cancro del rene per la prima volta hanno già metastasi nei linfonodi regionali o negli organi distanti.

In generale, i sintomi delle metastasi renali hanno la specificità dell'area interessata organo e possono essere tali:. I sintomi generali Metastasi caratteristica diminuzione del livello di emoglobina anemiaaumento della velocità di sedimentazione eritrocitaria, lieve febbre, aumento o diminuzione della pressione sanguigna, riduzione del peso corporeo processo blastomatouscome un forte dolore al sito di metastasi localizzazione e in aree remote da loro.

Sfortunatamente, la presenza di metastasi indica una fase trascurata del cancro, quando i focolai secondari sono considerati patologia più grave rispetto al tumore primario. La metastasi colpisce molti organi, la localizzazione dei fuochi secondari per frequenza è determinata statisticamente in questo modo:. La maggior parte ravvicinate cancro del rene metastatizzato di localizzare nei linfonodi - paraaortic lungo l'aorta e retroperitoneale, nodi parakavalnyh.

Metastasi come il processo si svolge, in primo luogo, dal ematogena - agli organi distanti, percorso lymphogenous è considerato il più sfavorevole quando ampiamente influenzato linfonodi regionali. Va notato che la particolarità delle metastasi in RCC è la manifestazione ritardata di segni clinici di focolai secondari. A volte le metastasi possono essere rilevate 10 anni dopo la rimozione dell'istruzione primaria nella fase I. In questo caso, i fuochi secondari si sviluppano in modo meno aggressivo e vengono trattati con maggiore successo.

Inoltre, c'è una caratteristica in più, le metastasi polmonari singole possono regredire indipendentemente, specialmente dopo una nefrectomia tempestiva nella fase iniziale del processo oncologico. Non esiste un regime universale standardizzato per determinare i tumori metastatici secondari in RCC, poiché il tumore del rene è diviso in specie, fasi secondo la classificazione internazionale e ciascuna variante richiede un approccio individuale alla scelta dei metodi diagnostici.

La diagnosi di metastasi nei reni è difficile in linea di principio a causa di manifestazioni tardive dei sintomi clinici, quando a volte è impossibile separare il segno del tumore primario da manifestazioni di focolai secondari. Le metastasi regionali localizzate nei linfonodi sono più facilmente determinate. Gli organi distanti, che sono affetti da cellule atipiche per via ematogena, non sempre dimostrano chiaramente i focolai metastatici, specialmente nella fase iniziale del processo.

Tuttavia, riteniamo possibile dare come esempio tali metodi di azioni diagnostiche nella ricerca di focolai distanti in RCC:.